• In KHL paura delle sanzioni UE

  • Le sanzioni economiche introdotte contro la Federazione Russa, i paesi dell'unione Europea, possono compromettere seriamente la Kontinental hockey league (KHL), ritiene il presidente del consiglio di amministrazione dell'Gennady Timchenko, che cita l'agenzia ITAR-TASS.

    Se questo, secondo il funzionario, contemporaneamente manifesta presidente SKA san pietroburgo, i divieti non sono in grado di mettere in pericolo l'esistenza stessa della lega.

    «Politica la situazione nel mondo lascia il segno sull'economia. Questo può avere un impatto sul Continental hockey league, perché lei supporti, compresi gli sponsor. Chi sono questi gli sponsor di oggi? Della "Chevrolet", "Pepsi" e così via. E come sarà domani? Resta inteso che tutta questa storia con una sanzione non può finire e influenzare la KHL», - ha sottolineato Timchenko.

    Secondo il presidente del consiglio di amministrazione, su chl troverà il modo di risolvere il problema, e la lega continuerà ad esistere. Per quanto riguarda il club, anch'essi devono prendersi cura della propria posizione finanziaria.

    Giovedì capitolo Formulato Herman van Rompuy ha riferito che le nuove sanzioni dell'unione europea contro la Russia entrerà in vigore il 12 settembre.

    http://lenta.ru

More news in the same category:

More Global News:

comments powered by Disqus