• Putin ha chiesto di rinviare la certificazione obbligatoria dei vagoni

  • Russia, il sindacato dei ferrovieri e di trasporto dei costruttori («Роспрофжел») ha chiesto al presidente della Russia, Vladimir Putin, con la richiesta di rinviare l'avvio della procedura di certificazione obbligatoria del materiale rotabile. La corrispondente richiesta è contenuta in una lettera a firma del presidente «Роспрофжела» Nikolai Nikiforov, che ha a disposizione «Heathcliff».

    Ai sindacati sottolineano che nei prossimi anni la certificazione dovranno passare più di 300 migliaia di vagoni merci. «Роспрофжел» ha portato come esempio gli stati dell'unione Doganale, dove certificazione sono rimborsabili solo nuovi o aggiornabile vagoni. Inoltre, in alcuni paesi della CSI agisce semplificata la procedura di certificazione. «E solo nella Federazione Russa, ora introdotto la certificazione del materiale rotabile, il periodo di funzionamento che si estende attraverso il previsto tipi di lavori di ristrutturazione», si legge in una lettera.

    Secondo il sindacato, si tratta di un aumento dei costi delle imprese russe, e creare un vantaggio competitivo per i proprietari e operatori di materiale rotabile. «Un aumento dei costi porterà inevitabilmente a un aumento del costo di trasporto, che, alla fine, impatto sul benessere maggior parte dei cittadini della Russia», avvertono in «Роспрофжеле» e aggiungono che la certificazione obbligatoria può comportare la chiusura di 40 riparazioni ferroviarie di imprese e di ridurre il 15 di migliaia di lavoratori.

    il 31 luglio il primo ministro russo Dmitry Medvedev ha firmato regolamento sulla certificazione obbligatoria vagoni, trascorsi prolungare la durata. Requisito si applica anche al trasporto merci e passeggeri carrozze, vagoni per il trasporto urbano.

    http://lenta.ru

More news in the same category:

More Global News:

comments powered by Disqus