• In repubblica Ceca 93-year-old comunista accusato di раскулачивании

  • In repubblica Ceca le forze dell'ordine hanno presentato una denuncia contro 93 anni, funzionario del partito comunista cecoslovacco, nel 1950 ha preso parte attiva nella sfratto dei suoi poderi dei contadini, annunciati i pugni. Segnalato da «Radio Praga».

    Avanzamento accusa ha confermato il presidente del comitato del MINISTERO degli interni di documentazione e indagini sui crimini del comunismo Eva Mikhalkov. Secondo gli inquirenti, l'imputato ha privato di case di decine di famiglie.

    Secondo ceca diritto penale, la sanzione in merito all'accusa comporta la reclusione da due a 10 anni.

    Come ha detto lo storico Istituto per lo studio dei regimi totalitari Libor Libertà, l'età avanzata non deve essere un ostacolo per portare la responsabilità. Secondo lui, piantare imputati in carcere non ha senso, tuttavia, dobbiamo condannare questi crimini per cautela, scrive il portale Aktualne.

    Dopo la caduta del potere dei comunisti per la partecipazione nel 1950 nella repressione per motivi politici sono stati accusati più di 200 persone, 130 si presentarono davanti al tribunale, dei quali condannati circa 50. Per la partecipazione al concorso «Pugno» sono stati accusati di 20 persone, e condannato cinque. Di affari di molti imputati sono stati interrotti a causa del cattivo stato della loro salute o la morte.

    Nel 2014 in un altro paese dell'europa orientale, l'Ungheria, l'ex ministro degli interni è stato condannato 5,5 anni di reclusione per crimini di guerra durante la repressione anticomunista ribellione nel 1956. 92 anni, Bela Бижку è stato riconosciuto colpevole, che ha dato l'ordine alle forze di sicurezza di aprire il fuoco sui civili. Nel mese di marzo 2016 è morto.

    http://lenta.ru

More news in the same category:

    • Img
    • 6:40 am on Saturday 25th March 2017  /  Мир
      Il WSJ ha scoperto un incontro Flynn con le autorità della Turchia riguardo il rilascio illegale di Gulen

      L'ex assistente del presidente degli stati UNITI per la sicurezza nazionale Michael Flynn ha discusso con le autorità della Turchia rilascio predicatore Фетхуллаха Gulen, il quale Ankara accusa di tentativo di госпереворота. Alla riunione è stata discussa l'idea di «notte profonda lasciare questo ragazzo via» senza il processo di estradizione, scrive il Wall Street Journal.

    • Img
    • 5:01 am on Saturday 25th March 2017  /  Мир
      La russia ha inviato alla corte Suprema degli stati UNITI ragionamento sul caso di Booth

      La russia ha presentato all'esame della corte Suprema degli stati UNITI ragionamento, finalizzato a sostegno della decisione di annullamento della condanna di un cittadino della federazione RUSSA Viktor Booth. L'avvocato Alex Tarasov ha precisato che si tratta di un caso senza precedenti. Il documento riguarda le «norme del diritto internazionale, in particolare, экстерриториальной giurisdizione».

More Global News:

    • Img
    • 8:49 am on Saturday 25th March 2017  /  69-я параллель
      Russia e stati UNITI hanno firmato una dichiarazione di interazione nell'Artico

      Otto artico paesi, tra cui Russia e stati UNITI, hanno firmato una dichiarazione di interazione nella regione. In un documento di specifica «principi fondamentali e norme di scambio di informazioni in caso di emergenze in mare, e anche operazioni congiunte nell'Artico». Inoltre, le parti hanno convenuto di esercitazioni militari congiunte.

    • Img
    • 5:53 am on Saturday 25th March 2017  /  Финансы
      Tedesco banca di stato per errore commesso traduzione di 5,4 miliardi di euro

      Tedesco banca statale Kreditanstalt fur Wiederaufbau tradotto 5,4 miliardi di euro sul conto di quattro banche a causa di un guasto tecnico. Il personale KfW prontamente notato malfunzionamenti del sistema e interrotto l'esecuzione delle operazioni. Tutti i messaggi inviati strumenti in grado di restituire.

    • Img
    • 4:09 am on Saturday 25th March 2017  /  Силовые структуры
      Russia re ha fatto al consiglio di sicurezza dell'ONU una risoluzione per la lotta contro le armi chimiche

      Russia re ha fatto al Consiglio di sicurezza dell'ONU un progetto di risoluzione che mira a qualcosa per non permettere l'ingresso di armi chimiche ai terroristi in Siria e in Iraq. Il vice ambasciatore della federazione RUSSA Vladimir Сафронков ha detto che i militanti di utilizzare tutte le opportunità per migliorare la produzione di questo tipo di armi.

comments powered by Disqus