• Il prezzo del petrolio è sceso sotto i 47 dollari al barile

  • Il prezzo del petrolio Brent è sceso sotto i 47 dollari al barile per la prima volta dal 28 settembre 2016. Su questo testimoniano i dati di mercato Europee borsa di GHIACCIO.

    Il petrolio ha accelerato il declino sullo sfondo dei dati sulle scorte di carburante negli stati UNITI, che sono aumentati a settimana c 21 al 28 ottobre a 14,44 milioni di barili, a 482,6 milioni di barili, segnala Il fatto quotidiano.

    Sullo sfondo di un calo delle quotazioni del petrolio diminuisce il corso del rublo. In corso di negoziazione sulla borsa di Mosca alle 18:30 gmt, il dollaro è salito fino a 63,68 di rubli (più di 36 centesimi alla chiusura della sessione precedente), euro fino 70,78 di rubli (più di 79 centesimi). Le quotazioni del Brent sceso a 46,73 dollari al barile (meno del 2,93 per cento).

    Il tasso ufficiale di cambio dell'euro stabilito banca centrale il 3 novembre, è 70,23 del rublo (87 centesimi al di sopra del livello 1 novembre), il dollaro — 63,42 di rubli (più di 21 centesimo).

    In precedenza, il 2 novembre gli analisti di Sberbank CIB ha sottolineato alto la domanda tra i russi in valuta estera a causa di aspettative di svalutazione del rublo.

    Lo stesso giorno l'agenzia Bloomberg ha riferito, che la Libia e la Nigeria, che sono membri dell'OPEC, nel mese di ottobre hanno aumentato la loro produzione di 800 mila barili al giorno. «Il cartello dice solo di tagli di estrazione, ma fino a quando vediamo la sua crescita», — ha dichiarato l'analista di UBS Giovanni Стауново (Giovanni Staunovo).

    26 di ottobre gli esperti intervistati da «il Nastro.roux», previsto, che entro la fine dell'anno il rublo è in attesa indebolimento rispetto al dollaro. La valuta statunitense si può salire a 65-69 rubli.

    http://lenta.ru

More news in the same category:

More Global News:

comments powered by Disqus