• Il consiglio dei comandanti dell'Unione volontari Polizia ha tenuto una riunione a Mosca

  • Chiusa la riunione del Consiglio dei comandanti dell'Unione volontari di Polizia, tenutasi venerdì 4 novembre, a Mosca. L'evento si è svolto in una delle sale conferenze «il Presidente-Struttura», riferisce l'agenzia di stampa «Novorossija».

    Osserva che i dirigenti dell'Unione — Alessandro Boroday e Andrea Pinchuk — riassunto dell'attività dell'organizzazione per l'anno, e anche discusso con i comandanti le prospettive di sviluppo del volontariato del movimento. Si è discusso anche di avanzamento degli accordi di minsk, ma anche socio-politico la situazione in Russia e nell'est dell'Ucraina.

    Inoltre, si trattava di aiutare le famiglie delle vittime e dei feriti gravi sulla parte anteriore volontari.

    8 ottobre a Rostov-sul-Don, ha superato il secondo congresso dell'Unione volontari di Polizia. Nell'ambito della manifestazione i partecipanti all'uscita deposto fiori davanti al monumento-stele «Liberatori di Rostov», e anche superato solenne colonna per le strade della città al centro congressi hotel Don-Plaza, dove si è svolta la parte ufficiale del congresso.

    Conflitto in Transcarpazia è iniziato nella primavera del 2014, dopo quello che è successo nel paese del colpo di stato. In seguito sono stati istruiti sedicenti Donetsk e Lugano popolari repubbliche. Nel mese di febbraio 2015 leader «normanna quartetto» (Russia, Francia, Germania e Ucraina) nella capitale della Bielorussia hanno firmato «un Complesso di misure per l'attuazione degli accordi di minsk». Nel documento, in particolare, precisate le modalità di cessazione, l'attuazione in Ucraina riforma costituzionale, lo svolgimento delle elezioni nel Donbass e lecito statuto speciale della regione. Tuttavia, la situazione ancora non è stata risolta.

    http://lenta.ru

More news in the same category:

More Global News:

comments powered by Disqus