• Arabia Saudita arrabbiata con l'Egitto per il sostegno della risoluzione sulla Siria

  • Il rapporto tra Arabia Saudita e l'Egitto è notevolmente ridotta dopo che Cairo ha sostenuto la russa risoluzione sulla Siria, con il voto in Consiglio di Sicurezza delle nazioni unite. Su questo riferisce il Daily Telegraph.

    Si tratta di un voto 9 ottobre, mentre per il progetto russo ha parlato, tranne l'Egitto, la Cina, il Venezuela e la Russia stessa. Come sottolinea l'edizione, Riyadh, un investitore chiave in egitto economia, ha investito più di 25 miliardi di dollari, ha apertamente espresso il suo dispiacere. Poco dopo il voto, l'ambasciatore dell'Arabia Saudita è stato per tre giorni richiamato in patria, e l'arabia società statale Aramco ha rinviato la spedizione di 700 mila tonnellate di petrolio, che ha previsto di vendere l'Egitto con uno sconto.

    In MEDIA sauditi lanciato la campagna di critica Egitto e personalmente il presidente Abdel Fattah al-Sisi. Il capo dell'Organizzazione per la cooperazione islamica саудовец Iyad ibn Ammina Madani ha insultato il capo dello stato egiziano. Tuttavia, dopo che il ministero degli esteri Egiziano ha espresso la protesta e ha promesso di rivedere le nozioni di base di relazioni con l'OIC, Madani lunedì, 30 ottobre, si è dimesso «per motivi di salute».

    L'economia egiziana dipende dall'arabia aiuto monetario. Nell'ultimo anno l'inflazione nel paese è raddoppiato e ha raggiunto il 14,6 per cento. Cairo si aspetta ora di ottenere un prestito dal FMI pari a 12 miliardi di dollari, una condizione di fornire il quale, molto probabilmente, ci sarà una riduzione dei sussidi interni ai consumatori, che possono causare instabilità politica.

    http://lenta.ru

More news in the same category:

More Global News:

comments powered by Disqus