• La maggior parte dei russi ha agito contro l'introduzione dell'obbligo di voto

  • L'idea di introdurre voto obbligatorio nelle elezioni in Russia non ha trovato il supporto della popolazione: contro di lei ha parlato 63 per cento degli intervistati. Questo è uno dei risultati del sondaggio, pubblicato martedì, 1 novembre, sito Centro nazionale per lo studio dell'opinione pubblica (VTSIOM).

    Gli avversari idee appello prima di tutto per il diritto di ognuno di decidere se dare o no il suo voto per questo o quel partito o di un candidato. Il 14 per cento ha sottolineato che non partecipano alle elezioni, per ragioni oggettive.

    La maggior parte la maggioranza assoluta delle «contro» — uomini, uomini di età media, mosca e san pietroburgo.

    Hanno sostenuto la proposta di 34 per cento degli intervistati. Come argomenti i sostenitori sostengono che la partecipazione alle elezioni è un dovere civico, e le persone devono rispondere per il futuro del paese (51 per cento). Il 16 per cento degli intervistati ritiene che questa misura contribuirà a escludere la possibilità di brogli elettorali.

    L'idea piuttosto sarebbe pronto a sostenere le donne, le persone di 60 anni e più anziani, gli abitanti dei villaggi e i sostenitori del partito COMUNISTA.

    Consenso sull'opportunità o meno di introdurre sanzioni per la violazione della legge in caso di accettazione, i rispondenti no: un terzo propone di introdurre un sistema di sanzioni. Tuttavia, ancora un terzo ritiene che punire «evasori» non c'è bisogno.

    45 per cento degli intervistati sono disposti a sostenere il ritorno nel bollettino conti «contro tutti».

    Tali dati ha rivelato un sondaggio telefonico condotto 1-2 ottobre. Il personale ВЦИОМа parlato con 1600 rispondenti.

    Nel mese di settembre CEC Ella st. louis non ha escluso che la questione sull'obbligo di voto per le elezioni può essere risolta in un referendum. Tuttavia, più tardi, ha spiegato che ha detto sul tema del voto obbligatorio solo ipoteticamente, e di tali iniziative per il momento no, riferisce «Interfax».

    18 settembre in Russia le elezioni dei deputati della Duma di stato del settimo convocazione, anche eletto composizione dei parlamenti regionali in 39 soggetti e nove governatori. L'affluenza finale è stata 47,88 per cento.

    http://lenta.ru

More news in the same category:

More Global News:

comments powered by Disqus