• I militanti dell'opposizione siriana hanno rifiutato di lasciare Aleppo

  • I militanti dell'opposizione siriana ha rifiutato le offerte di di stato Maggiore russo lasciare la città di Aleppo. Segnalato da mercoledì 2 novembre, Reuters con riferimento alla dichiarazione di uno dei raggruppamenti.

    «Questo non può essere considerato. Non ci arrendiamo Aleppo Russia e non ci arrendiamo», — ha detto Zaccaria Малахифи, rappresentante del raggruppamento «Фастаким», appartenente all'esercito Siriano libero.

    Малахифи ha anche detto che di corridoi umanitari per l'uscita di civili e combattenti non esiste. «I civili temono modalità [il presidente Siriano Bashar al-Assad], essi non si fidano di lui», ha aggiunto.

    In precedenza, il 2 novembre, il capo di stato Maggiore russo, Valery Gerasimov ha esortato i leader delle formazioni armate in Aleppo smettere di combattere e uscire dalla città con le armi attraverso i corridoi verso il confine siriano-turco e nella provincia di Idlib. Egli ha osservato che tutti i tentativi di militanti di rompere l'assedio della città non hanno avuto successo.

    Lo stesso giorno il presidente Russo Vladimir Putin adottato la decisione di introdurre un'altra umanitario pausa nella città siriana di Aleppo venerdì, 4 novembre. Durerà dalle ore 9 alle ore 19 e viene introdotto «per evitare inutili vittime».

    Dal 20 al 23 ottobre in Aleppo è stato introdotto umanitaria pausa, durante la quale i residenti locali e сложившим armi insorti è stata data la possibilità di lasciare la città. Per questo sono stati creati sei corridoi per la popolazione civile e due corridoi per i membri delle forze armate. Il 21 ottobre il capo della gestione operativa stato maggiore russo Sergei Rudskoy ha riferito che i corridoi sono bloccati i terroristi e обстреливаются.

    http://lenta.ru

More news in the same category:

More Global News:

comments powered by Disqus